23 marzo 2021

Come sappiamo, le barche a vela devono, per avanzare, “Prendere” il vento con una angolazione di circa 45°

Le forze che agiscono sulla vela fanno sì che la barca si inclini in base alla forca del vento.

Maggiore sarà il vento e maggiore sarà l’inclinazione che la barca subirà e, per non “Scuffiare” può scegliere se aumentare il peso della deriva, oppure diminuire l’angolo con cui le vele prendono il vento.

In tutti e due i casi si ha una conseguente che si traduce in un rallentamento della velocità di avanzamento.

L’invenzione risolve il problema.

Le pinne di spinta sono posizionate sotto il livello di galleggiamento ad una profondità adeguata alla barca.

Agiranno in modo da creare una forza, verticale, che contrasterà la componente che fa inclinare, rispetto all’asse verticale, la barca.

L’aspetto che si otterrà, sarà simile ad un catamarano, con la vela verticale anche avendo un solo scafo.

L’aspetto che si osserverà sarà simile a quello di un catamarano pur avendo la barca un singolo scavo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.