Il mistero dei cerchi nel grano (pagina incompleta)

Non c’è nessun mistero in quelle manifestazioni che vengono chiamate “Crop Circle” o, per le persone normali, “cerchi nel grano”.

Tutto sta, come sempre, nel voler “fermarsi un attimo” e analizzare il fenomeno nella sua particolarita.

I veri cerchi nel grano sono un tentativo di comunicazione tra extraterrestri e noi.

Sono le istruzioni per costruire un disco volante.

Qualcuno potrebbe obiettare, che se questo è lo scopo, allora perchè non ci diano un disco volante da copiare direttamente, oppure perchè non ci danno i disegni tecnici del disco.

La risposta è molto semplice, questo non viene fatto perchè i vari governi e la quasi totalità delle persone hanno ancora una mentalità da guerrafondai.

Queste persone, che hanno il potere di condizionare il mondo, se avessero a disposizione i piani per costruire un disco volante lo trasformerebbero in un arma micidiale per dominare non solo la terra ma anche per andare in giro per l’ universo a “piantare bandierine” come ben sappiamo hanno fatto gli Inglesi.

I cerchi nel grano sono di tre tipologie principali, e per la precisione:

1 – Disegni che insegnano a costruire un sistema di propulsione inerziale.

Questo ne è un esempio, molto semplice ed esauriente allo stesso tempo.

La chiave del disegno sta nelle cinque “semi-lune”.

Esse stanno ad indicare che le masse poste in cima alle punte, possono essere spostate sulla linea ipotetica che congiunge il centro della massa esterna con il centro di rotazione.

Naturalmente lo spostamento dovrà avvenire solo su metà della circonferenza e sempre su una direzione stabilita.

Si avrà così uno sbilanciamento inerziale, che produrrà una spinta direzionale.

2 – Disegni che insegnano a costruire un generatore di energia.

3 – Disegni puramente estetici.

Vi sarebbe poi una particolare sezione, che cerca di far comprendere che si devono usare i campi elettromagnetici.

Solo chi riesce ad estraniarsi dall’avidità e dall ‘egoismo, riesce a comprendere la semplicità del messaggio racchiuso nei vari cerchi, per la quasi totalità delle persone, resteranno solo delle semplici curiosità, e ci saranno sempre persone che, dall ‘alto della loro arrogante ignoranza, come il sig. Cecchi Paone, continueranno a “pretendere” di avere una dimostrazione personale della esistenza di extraterrestri.

Evidentemente il Sig. Cecchi Paone, non ha ancora compreso che a parte qualche poche persone, la quasi totalità degli abitanti del pianeta, non solo, non sa nemmeno chi è.

Questo disegno insegna come i cerchi si debbano analizzare non bidimensionalmente ma, tridimensionalmente. Osservando attentamente, infatti, si possono intravvedere i tre piani cartesiani ed i loro assi.

Contemporaneamente il disegno contiene un principio della propulsione inerziale, si può infatti osservare che allontanandoci dal centro di rotazione, quella i disegni aumentano di diametro. L’aumento del diametro vuole far comprendere come si abbia una variazione della forza centrifuga, che se opportunamente controllata, darà come risultato uno spostamento del sistema secondo la direzione desiderata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *