8 novembre 2020

Moltissimi incidenti stradali che avvengono agli incroci stradali nelle città

L’invenzione risolve e riduce il problema

I fattori che causano gli incidenti agli incroci stradali sono solitamente due,

  1. Il mancato rispetto della segnaletica,
  2. La limitata visibilità dovuta agli edifici troppo vicini all’incrocio.

L’invenzione consiste in due dispositivi, uno elettronico, abbinato al sistema geo localizzatore del veicolo ed uno elettromeccanico.

Il perfetto funzionamento si otterrà quando tutti i veicoli ne saranno forniti, in attesa, il sistema del singolo veicolo che ne è fornito, gli garantirà una minor possibilità di incidente, soprattutto nelle ore notturne, grazie al sistema elettromeccanico collegato al GPS

Attualmente una minore incidenza si ha quando ci si trova in una situazione dove l’edificio è arretrato rispetto all’incrocio ed ha una limitazione dell’area con una siepe, ma solo nel caso che la siepe non abbia una alta densità delle foglie e permetta di intravvedere i veicoli che arrivano trasversalmente all’incrocio.

In quel caso, osservando con che velocità si sta avvicinando all’incrocio, si può percepire le intenzioni del conducente e se ha intenzione di fermarsi.

Il flash stroboscopico, programmabile a tre, consigliato un singolo impulso, agisce in questo modo:

Avvicinandosi ad un incrocio, il GPS rileva l’incrocio stesso ed arrivato a quella che è la distanza di sicurezza per l’arresto, usando i normali fari della macchina, azionerà il loro “lampeggio stroboscopico” per segnalare al conducente che arriva trasversalmente, che c’è un veicolo che si sta avvicinando all’incrocio.

Si comprende perfettamente:

  1. Il grande vantaggio che si ottiene nel periodo notturno.
  2. Che quando tutti i veicoli ne saranno forniti, si potrà gestire l’incrocio elettronicamente ed al limite di intervenire per bloccare l’auto che dovesse, data la sua velocità, superare l’incrocio in modo inappropriato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.