28 Novembre 2019

Questa idea, pur essendo stata inserita nella data indicata, risale ad oltre il 26 Giugno 2011, giorno della morte dell’ amico Gianni “Buko” Casagrande in quanto era una sua idea antecedente tale data.

La sua idea nasce dal fatto che giornalmente le varie agenzie funebri, devono perdere molto tempo per distribuire nelle città le epigrafi dei morti.

Diceva che in un mondo informatizzato, si poteva sostituire tale sistema con delle “epigrafi elettroniche” che sarebbero così divulgate, immediatamente, agevolmente, e con minori costi, dall’ufficio dell’ agenzia.

L’invenzione avrebbe dei costi iniziali per istallare dei monitor collegati ad internet progettati per resistere ad atti di vandalismo, ma che si sarebbero molto presto ammortizzati essendo utilizzabili dalle avarie agenzie e che potrebbero anche servire per pubblicità mirate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.